Ascolto e orientamento per rispondere ad ogni richiesta di aiuto

Dietro ogni persona che incontriamo c’è una storia, un bisogno, una richiesta di aiuto.
L’Unità di Selezione Accoglienze è il nostro sportello di ascolto e un centro filtro: raccoglie le segnalazioni provenienti dai vari attori socio-sanitari, valuta i singoli casi e regola gli ingressi all’interno delle nostre strutture e della rete dei servizi presenti sul territorio.

Ogni richiesta viene valutata attraverso un colloquio individuale che permette di individuare la risposta di aiuto più adeguata.

Tale servizio è svolto anche dall’Ufficio segnalazioni del Reparto Post Acute, che seleziona le richieste di accoglienza per persone senza dimora provenienti dai Servizi Ospedalieri e dai Pronto Soccorso.

Più legato ad una funzione di ascolto e di orientamento è il Centro diurno di Varese "Il Viandante". Aperto dal lunedì al sabato, dalle 11.30 alle 17.30, offre un ambiente protetto e uno spazio di tregua dalla strada a persone sole e senza dimora.
Diversi sono i servizi messi a disposizione: uno spazio di ristoro e riparo dove consumare un dolce e una bevanda calda, postazioni PC con accesso alla rete e un angolo lettura con libri, riviste e giornali, visite mediche settimanali e, su richiesta, consulenze legali gratuite.

Operatori e volontari accolgono, intrattengono e ascoltano, proponendo anche incontri tematici di cultura della salute, corsi di lingua italiana, laboratori didattici e momenti ricreativi.

In caso di necessità, aiutiamo l'ospite a scrivere o aggiornare il proprio curriculum vitae, aprire una casella di posta elettronica, iscriversi alle agenzie di lavoro online e compilare i moduli per la richiesta di documenti. Colloqui individuali sono fissati ogni settimana nell’ottica di favorire il racconto della storia personale, per alimentare prospettive e cambiamento.

Ogni giorno un’ottantina di persone frequentano il Centro; per molte di loro questo spazio è diventato un luogo di riferimento dove poter trascorrere alcune ore in tranquillità e dedicare del tempo alla cura di se stesse, circondate da volti amici.

 

 
 
 

NEWS CORRELATE

Dalla strada al Centro Diurno,

Dalla strada al Centro Diurno, "Viene chi ha fame soprattutto di relazioni"

Prev
 

Per migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy