L'11 febbraio è la Giornata di Raccolta del Farmaco


Sabato 11 febbraio nelle farmacie di tutta Italia si potranno acquistare medicinali di base da donare ai più bisognosi grazie al Banco Farmaceutico.

Poveri di tutto, anche di salute. In Italia 4,6 milioni di persone non hanno soldi per curarsi, 500 mila in più rispetto all’anno scorso. Chi è povero spende in farmaci solo 72,60 euro all’anno contro i 268,80 euro di chi povero non è. Ma il problema non riguarda sole le fasce più indigenti della popolazione: secondo l’ultimo Rapporto sulla povertà sanitaria realizzato dal Banco Farmaceutico, 12 milioni di italiani e 5 milioni di famiglie hanno dovuto limitare nell’ultimo anno il numero di visite e di esami di accertamento per ragioni di carattere economico.

Cifre drammatiche, che da sole spiegano perché è importante partecipare tutti alla Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, indetta anche quest’anno dal Banco Farmaceutico per sabato 11 febbraio.

In oltre 3.600 farmacie di tutta Italia, i cittadini potranno donare farmaci senza obbligo di ricetta medica, che il Banco penserà poi a distribuire agli enti convenzionati che, come Progetto Arca, curano chi non ha i mezzi per farlo.

Nel 2016 1.600 confezioni di medicinali, soprattutto farmaci antinfluenzali e paracetamolo, garze e cerotti, prodotti specifici per donne e bambini, ci sono state donate dal Banco Farmaceutico, e sono servite a curare le persone senza dimora ospiti dei nostri Centri e le famiglie accolte negli appartamenti destinati all’housing sociale.
L'11 febbraio vai in farmacia e dona un farmaco per loro.

 

 Sabato 11 febbraio dona un farmaco 

Le farmacie che aderiscono alla Giornata di Raccolta del Farmaco si riconoscono da questa locandina. Trova la farmacia più vicina.

 

 

 

 

Il nostro sito web utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetto” o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo, secondo quanto previsto dalla nostra Cookie Policy
Per saperne di più, consulta l’Informativa sulla Privacy.