Sono arrivati soli. Adesso li accompagniamo noi

 

Accoglienza, istruzione e un futuro per 30 minori stranieri senza genitori. Aiutali con noi a diventare grandi, vota il nostro progetto nell'Aviva Community Fund!

 

Progetto Arca partecipa alla competizione online lanciata da Aviva Community Fund con un progetto dedicato all’educazione e all’inserimento sociale di 30 minori stranieri non accompagnati, accolti nel nostro Centro in via Zendrini a Milano.
Il progetto si chiama "Sono arrivati da soli. Adesso li accompagniamo noi" e potremo votarlo dal 2 al 30 marzo.
I 15 progetti più votati entreranno nella rosa dei finalisti e saranno valutati da una giuria che il 10 maggio nominerà i progetti vincitori e meritevoli di un co-finanziamento fino a 15.000 euro.

Minori soli sempre più numerosi

Li chiamano tecnicamente “minori stranieri non accompagnati”, sono ragazzi adolescenti, a volte anche più piccoli, che hanno lasciato casa e famiglia e sono sbarcati sulle nostre coste, senza un genitore o un adulto di riferimento. Solo nell’ultimo anno ne sono arrivati 24.000. Eritrea, Gambia, Egitto e Albania sono i principali Paesi da cui provengono. Per l’Italia, che è al terzo posto in Europa per numero di domande di protezione internazionale presentate dai minori, questi ragazzi, anche se non hanno un regolare permesso di soggiorno, vanno protetti e aiutati.

 

A Milano un Centro per under 18

Progetto Arca ha deciso di aprire, in via Zendrini a Milano, un Centro di accoglienza dedicato ai minori stranieri soli. Si tratta del primo Centro SPRAR milanese per under 18 e ospita 30 ragazzi arrivati in Italia senza genitori.

L’obiettivo è quello di accompagnarli a costruire il loro avvenire attraverso un progetto educativo che li prepari alla vita che li aspetta quando, compiuti i diciotto anni, dovranno lasciare il Centro e farcela da soli.

 

Nella struttura del Comune di via Zendrini, i ragazzi accolti apprendono le regole del vivere in comune, ad esempio a pranzare e a cenare tutti alla stessa ora, intorno alla stessa tavola, vanno a scuola e imparano l’italiano, prendono la terza media e si instradano nel mondo del lavoro attraverso corsi professionali e tirocini.
Sono seguiti da 12 operatori, un assistente sociale e uno psicologo, figure di riferimento importantissime per questi ragazzi, che prima di tutto hanno bisogno di punti fermi e del sostegno di una guida adulta per elaborare ciò che hanno vissuto e ritrovare un equilibrio per crescere e diventare grandi.

 

Perché votare il nostro progetto

I ragazzi che arrivano nel Centro di via Zendrini spesso hanno già 16 o 17 anni, ancora tutto da imparare e pochissimo tempo per farlo. Quando compiono 18 anni, infatti, non possono più rimanere con noi, per lo Stato italiano sono maggiorenni e devono cavarsela da soli.
Ecco perché questi anni in comunità sono così importanti per il loro futuro.

Attraverso il progetto "Sono arrivati da soli. Adesso li accompagniamo noi", che abbiamo presentato ad Aviva Community Fund, vogliamo che il Centro possa diventare uno spazio di qualità per la crescita dei nostri ospiti.

Il contributo di Aviva ci permetterà di sostenere per un anno le spese per acquistare vestiti, abbigliamento sportivo e materiali scolastici. Grazie al finanziamento, potremo arricchire l’offerta formativa anche con attività per il tempo libero, corsi sportivi e momenti ricreativi e di socializzazione.

 

 


 Come votare? Facile!

vote 1. Vai sul sito www.avivaitalia.it/community-fund

2. Registrati o accedi con Facebook (scelta consigliata)

3. Vota il progetto Sono arrivati da soli. Adesso li accompagniamo noi

Puoi votare fino al 30 marzo e hai a disposizione 10 voti.
Partecipa alla gara, contiamo su di te!

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!

 

 

Questo sito web fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di visita. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, puoi consultare la nostra Cookie Policy