Dalla prima attività, un centro di accoglienza per persone senza dimora con problemi di dipendenza, la nostra offerta di servizi è cresciuta moltissimo nel corso degli anni. Rivolgiamo la nostra azione a famiglie e adulti indigenti, anziani in difficoltà, profughi e richiedenti asilo. Il nostro obiettivo: aiutare ogni persona a raggiungere l’autonomia.

Progetto Arca partecipa per la prima volta al “Piano Freddo” promosso dal Comune di Milano per i senza dimora. Nasce il servizio di Accoglienza per persone con una lunga storia di dipendenza. In India viene avviata la costruzione di una fattoria per l’integrazione lavorativa di orfani senza dimora.

Progetto Arca partecipa per la prima volta al Piano Freddo

Progetto Arca si trasferisce nella nuova sede di via degli Artigianelli a Milano. A dicembre viene ottenuta in comodato d’uso per vent’anni la struttura di via Mambretti a Milano. Nasce l’Unità di Strada a Roma e si apre la collaborazione con l’associazione La Casetta in provincia di Napoli per la gestione di una mensa e per la distribuzione di pacchi viveri alle famiglie povere.
Progetto Arca aderisce all’accoglienza in emergenza di profughi siriani ed eritrei e riceve in gestione dal Comune la struttura di via Aldini a Milano.

Progetto Arca si trasferisce nella nuova sede di via degli Artigianelli a Milano

Prende il via l’accoglienza Post Acute. Vengono ampliati i posti di accoglienza del Servizio di Protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) ed è potenziata la recettività dei Centri per accogliere i profughi in transito.
Progetto Arca aderisce, per la prima volta, a un progetto di accoglienza per minori non accompagnati. In convenzione con il Comune di Roma nasce la prima accoglienza per senza dimora in appartamento. A Napoli parte l’Unità di Strada.
A fine anno si aprono una serie di servizi di protezione e sicurezza, in strada e sugli sgomberi delle case occupate.

Prende il via l’accoglienza Post Acute

L’accoglienza in residenzialità sociale temporanea per famiglie sfrattate raggiunge i 20 appartamenti grazie ad una convenzione con il Comune di Milano e all’accordo con il Comune di Sesto San Giovanni. Parte la prima convenzione diretta con la Prefettura di Milano per l’accoglienza di 80 richiedenti asilo.
Il 1° giugno apre l’Hub in Stazione Centrale (poi in via Tonale) per la prima accoglienza dei profughi in transito. Grazie ad una convenzione con la Prefettura di Lecco, due strutture di grandi dimensioni vengono dedicate alla gestione dell’accoglienza di cittadini richiedenti asilo e protezione umanitaria. Si apre, inoltre, un’accoglienza per 10 minori non accompagnati.

2015: Apre l'Hub in Stazione Centrale a Milano per la prima accoglienza dei profughi in transito

Riparte il Piano Freddo a novembre con molteplici sedi e con una nuova collaborazione con il Policlinico di Milano per l’accoglienza dei senza dimora che trovano riparo all’interno dei padiglioni dell’ospedale. Inoltre, si inaugurano nuove collaborazioni per il sostegno alimentare di senza dimora e famiglie in difficoltà economica a Rozzano, Torino (progetto Alimenta), Varese, Napoli e Ragusa oltre a parternariati con realtà internazionali in Libano, Eritrea e Libia.
Da fine 2015 Progetto Arca supporta le attività del Centro diurno di Varese, gestito dall’associazione Camminiamo Insieme, che offre un punto d'incontro giornaliero a persone sole e senza dimora.

 2015: Si rafforza l'accoglienza durante l'emergenza freddo

 

Il servizio di housing sociale, tra Milano e hinterland, raggiunge i 65 appartamenti, la maggior parte destinati a famiglie con bimbi piccoli in emergenza abitativa. A maggio l’Hub per la registrazione e la primissima accoglienza dei migranti in transito trasferisce tutti i servizi in via Sammartini (al 118 e al 120). Grazie ad una convenzione con la Prefettura di Varese, l’ex Hotel Vela viene convertito in Centro di accoglienza per cittadini richiedenti asilo politico. Inaugurano due nuovi Centri, in via Macchi e in via Agordat a Milano, per l’ospitalità di donne migranti sole con bambini, in attesa di protezione internazionale.

 2016: inaugura il Centro milanese di via Agordat

 

Il 24 maggio Progetto Arca si aggiudica il bando di locazione lanciato da Fondazione IRRCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico per la gestione dell’Abbazia di Mirasole con progetti di accoglienza e di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. A luglio, nella struttura di via Zendrini, apre il primo centro SPRAR a Milano per minori non accompagnati, gestito insieme a Fondazione Albero Della Vita. Dalla collaborazione con La Casetta onlus nasce a Bacoli l’Emporio della solidarietà, social market per famiglie in difficoltà dove la spesa si paga con ore di volontariato. In occasione del Piano Freddo, vengono potenziati i servizi per le persone senza dimora con Centri di accoglienza aperti h24 e Unità di strada attive sette sere su sette. Cinque appartamenti in condivisione vengono destinati all’accoglienza di persone senza dimora.

 2016: Progetto Arca si aggiudica il bando di locazione per l'Abbazia di Mirasole

 

Questo sito web fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di visita. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, puoi consultare la nostra Cookie Policy