Pasti caldi e pacchi viveri, così raggiungiamo i più poveri

 

Da Milano a Ragusa, passando per Napoli e Torino. Il sostegno alimentare è una delle attività che più ci vedono coinvolti.

Nelle mense dei nostri Centri di accoglienza distribuiamo ogni giorno oltre 5mila pasti tra colazioni, pranzi e cene.

Uno sforzo importante che riusciamo a sostenere anche grazie alla collaborazione con il Banco Alimentare Lombardo, da cui proviene circa il 20% del cibo che prepariamo nelle nostre cucine pari a 350 tonnellate di alimenti all’anno, recuperati da eccedenze della Grande Distribuzione Organizzata e della ristorazione collettiva.

Oltre ai pasti, contribuiamo alla spesa delle famiglie con minori in grave difficoltà economica attraverso la distribuzione mensile di generi alimentari di prima necessità.

Ogni mese i nostri cesti viveri arrivano nelle case di oltre 870 persone indigenti, dando loro la certezza di un pasto completo al giorno.

Raggiungiamo così le famiglie più bisognose dei Comuni di Opera e di Rozzano a Milano, di Brescia, Pavia, del rione Traiano di Napoli e del Comune limitrofo di Bacoli, grazie al coinvolgimento dei volontari che ci aiutano nella preparazione dei cesti viveri.

Attraverso il nostro sostegno economico, inoltre, possono beneficiare di un pasto completo anche gli ospiti del Ristoro San Francesco a Ragusa e dei Centri di accoglienza notturna di Torino, dove da tre anni è in corso Alimenta. Il progetto, realizzato in collaborazione con il Politecnico di Torino (Dip. Architettura e Design) e l’Università degli Studi di Torino (Dip. Filosofia e Scienze dell’Educazione), sperimenta nuove modalità di accesso al cibo attraverso attività laboratoriali di cucina. A turno, sono gli ospiti stessi dei Centri a cucinare per sé e per i loro compagni grazie alla formula “Chef per un giorno”, che consiste nell’affidare loro la scelta del menu, la responsabilità della spesa e la preparazione dei piatti.

Con La Casetta onlus abbiamo inaugurato il primo Social Market della Campania dove la spesa si paga con ore di volontariato.

Il servizio è rivolto alle famiglie indigenti del territorio di Bacoli e Monte di Procida, in provincia di Napoli, e vuole spronare chi si trova in una situazione di fragilità ad uscire dall’isolamento e a mettersi in gioco valorizzando le proprie competenze e abilità attraverso opere di volontariato a favore della comunità. E' questo il valore aggiunto del Social Market: chi fa la spesa non accetta passivamente un dono, ma restituisce anche qualcosa agli altri secondo una logica che guarda oltre l'assistenza e che punta a restituire dignità alla persona.

 

 

 

Foto

NEWS CORRELATE

AAA Cercasi Volontari per la Zuppa della Bontà

AAA Cercasi Volontari per la Zuppa della Bontà

Chef per un giorno. In cucina ritroviamo il gusto della vita

Chef per un giorno. In cucina ritroviamo il gusto della vita

Una mattina con i volontari all'Hub di via Sammartini

Una mattina con i volontari all'Hub di via Sammartini

A Bacoli il Social Market del dono per famiglie in difficoltà

A Bacoli il Social Market del dono per famiglie in difficoltà

Volontari in campo per la zuppa della Bontà

Volontari in campo per la zuppa della Bontà

La zuppa della Bontà nelle piazze d’Italia. GUARDA il video

La zuppa della Bontà nelle piazze d’Italia. GUARDA il video

Con MyFoody, dalla parte di chi non spreca

Con MyFoody, dalla parte di chi non spreca

Prev
 

Questo sito web fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di visita. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, puoi consultare la nostra Cookie Policy