postacute cover

 

Tre stanze, 20 posti letto e un’equipe di professionisti, tra medici, infermieri e personale socio sanitario.
Il Centro Post Acute è uno dei primi in Italia nato per dare una risposta alla post degenza delle persone senza dimora. Vi accede chi è stato dimesso da un ospedale ma non ha una casa né una rete familiare di appoggio dove portare a termine le cure indispensabili a una guarigione completa, evitando ricadute e ripetute ospedalizzazioni.

Nel nostro Centro medico curiamo i malati senza dimora che sono nella fase delicata della convalescenza e hanno ancora bisogno di ricevere cure mediche, infermieristiche o assistenza nell’assunzione di farmaci per il pieno recupero psico-fisico.

Parliamo di persone - soprattutto uomini, italiani e stranieri, di età mista tra i 40 e i 60 anni - che hanno il corpo provato da malattie accumulate negli anni, che soffrono di più patologie come infezioni acute alle vie respiratorie, malattie della pelle ma anche postumi da interventi chirurgici, e che sarebbero esposte a inevitabili ricadute e nuovi ricoveri, se tornassero a vivere in strada dopo le dimissioni dall’ospedale.

Il Centro medico, avviato nel 2013 grazie alla collaborazione con Medici senza Frontiere, è oggi un polo di riferimento importante per ATS e Comune di Milano e uno snodo della rete dei servizi a supporto del sistema sanitario dedicato a chi non ha casa.

Si pone in continuità il Reparto di degenza infermieristica, aperto al primo piano del Centro di accoglienza di via Mambretti a Milano e finanziato attraverso i fondi PON del Comune.
Con 20 posti letto e un'equipe dedicata, il Reparto assiste tutto l'anno persone senza casa, anche dimesse dalla Post Acute, che sono in una condizione di fragilità sanitaria di minore gravità ma che necessitano ancora di cure per completare il loro percorso di riabilitazione.

L'equipe sanitaria lavora in stretta sinergia con lo staff socio-educativo per individuare alternative alla vita in strada al momento delle dimissioni.

Delle 153 persone dimesse dal nostro Centro medico nel 2019, il 98% non è tornato in strada: il 67% ha intrapreso un percorso di reinserimento sociale in una delle strutture di accoglienza nostre o di altre organizzazioni, il 28% ha potuto accedere ad altre unità di offerta quali RSA/RSD, Hospice, Centri di Riabilitazione e cure domiciliari e il 4% è tornato a vivere a casa, di amici o familiari.

 

 

 
 

NEWS CORRELATE

Curare i poveri, a Milano un nuovo Reparto di assistenza infermieristica

Curare i poveri, a Milano un nuovo Reparto di assistenza infermieristica

Post Acute for Homeless,

Post Acute for Homeless, "Lavorare qui è una scelta di vita"

Roberto,

Roberto, "Finalmente ho trovato chi mi ascolta con gli occhi"

Visite oculistiche e occhiali gratuiti per chi ha più bisogno

Visite oculistiche e occhiali gratuiti per chi ha più bisogno

A colloquio con Elio Renesto, medico del Centro Post Acute per Homeless

A colloquio con Elio Renesto, medico del Centro Post Acute per Homeless

Post Acute Homeless, letti e cure per chi non ha una casa

Post Acute Homeless, letti e cure per chi non ha una casa

Salute senza dimora. Intervista a Peter Cockersell

Salute senza dimora. Intervista a Peter Cockersell

Prev
 

Per migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy