La Bottega Solidale, spesa in dono e socialità per 200 famiglie bisognose

Il servizio nasce dalla sinergia tra Progetto Arca, Casa Betania, Caritas, Protezione Civile e Comune di Rozzano. Obiettivo: favorire l'inclusione sociale, partendo dal cibo.

 

L’integrazione sociale, a Rozzano, passa anche dal cibo.
Sull’esperienza dell’Emporio della Solidarietà cui abbiamo dato vita tre anni fa a Bacoli (Na), nasce la Bottega Solidale, una forma avanzata di aiuto che permette a 200 famiglie indigenti di fare gratuitamente la spesa ogni mese.
Aperto tre giorni alla settimana su appuntamento, il market di viale Lombardia - immobile del Comune in comodato alla Protezione Civile - funziona come un normale supermercato, in versione mini.

Dalla pasta al riso, dai barattoli di conserva agli alimenti per l’infanzia, sugli scaffali si possono trovare prodotti di prima necessità, resi disponibili da donazioni o acquisti, tra cui i beneficiari possono scegliere in base ai propri gusti e alle proprie esigenze.

Le famiglie, al momento 200 con l’obiettivo che raddoppino in un anno, vengono selezionate dal Comune in base a criteri di residenza, reddito e livello di fragilità.

 

Bottega Solidale di Rozzano

 

Ad accoglierle all’appuntamento fissato per la spesa ci sono sempre i volontari tutor di Progetto Arca, Casa Betania onlus e Caritas, che accompagnano mamme e papà tra le corsie e lungo gli scaffali aiutandoli ad organizzare una spesa equilibrata per le esigenze di tutta la famiglia, evitando sprechi. Nell'attesa, i bambini possono giocare in uno spazio arredato per loro con giochi, una lavagna e tanti fogli per disegnare.

Educazione ad un’alimentazione sana ma anche inclusione sociale. Alla Bottega solidale le persone entrano in contatto fra loro e socializzano.

Molto più del pacco viveri, che fino a un anno fa Progetto Arca distribuiva tutti i mesi ai nuclei più fragili di Rozzano, la spesa al minimarket persegue l’altro importante obiettivo di far uscire le famiglie da quel pericoloso isolamento che spesso affligge chi è in difficoltà.

La Bottega Solidale si inserisce, infatti, in un intervento di più ampio respiro condotto da Progetto Arca grazie a 2 progetti: il FunLab, finanziato da un Fondo Sociale Europeo, rivolto a persone socialmente vulnerabili e in emergenza abitativa di Rozzano, e Aggiungi un posto a tavola, finanziato da Regione Lombardia e dedicato alla gestione delle eccedenze alimentari a favore delle famiglie più fragili. Seminari sulla gestione del budget familiare, laboratori del riuso e attività di riqualificazione degli ambienti sono alcune delle prossime azioni previste.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!

 

 

Per migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.
Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy